top of page

FORESTIERO  | 2021 - 2024
(work in progress)

L’Italia è sempre stata riconosciuta per la bellezza del suo paesaggio, così come per l’armonia con cui natura e patrimonio convivono.  Nella nostra memoria collettiva (parlando da inglese) il paesaggio italiano è ben definito grazie a secoli di  influenza nell'arte e nella cultura europea. Oggi, mentre il patrimonio e gli scorci paesaggistici permangono, la cultura contemporanea, lo sviluppo del territorio e il cambiamento demografico continuano a esercitare pressione sull’identità e sul carattere del paesaggio italiano.

In questo progetto esploro la provincia di Treviso, nel nord-est dell'Italia. È dove ho vissuto da straniero, un forestiero, negli ultimi vent'anni. Sto fotografando un paesaggio che riconosco come italiano anche se non sempre è conforme ai miei preconcetti.  La pianura trevigiana forma un mosaico infinito di piccoli centri, industrie e strade di collegamento, cresciuti negli anni del boom degli anni '70 e '80.  È un fitto mix di campanili e fabbriche, ville storiche e centri commerciali. Una terra di tradizioni, contraddizioni e giustapposizioni che per molti versi riflettono i cambiamenti che la società italiana sta attraversando in questo periodo. 

[CLICCA SULL'IMMAGINE PER ESPANDERE]

bottom of page